Canale di Panama

l progetto originario del canale di Panama risale al XIX secolo. Nel 1879 fu caldeggiato dal Congresso internazionale di Parigi ed ebbe tra i suoi promotori Ferdinand de Lesseps.

Nel 1881 Lesseps fondò una società per raccogliere fondi e iniziò i lavori secondo un progetto molto complesso. Che non prevedeva l’impiego di chiuse.

Il suo tentativo fallì per gli ostacoli di natura tecnica e finanziaria.

Nel 1885 fu sostituito da Gustave Eiffel e la società fallì nel 1889.

Nel 1901 gli Stati Uniti ottennero dal governo colombiano l’autorizzazione per costruire e gestire il canale di Panama per 100 anni.

Nel 1903 però il governo della Colombia, in un sussulto di orgoglio nazionale, decise di non ratificare l’accordo. Gli USA allora non esitarono a organizzare una sommossa a Panamá e a minacciare l’intervento dell’esercito. Se fosse avvenuta la reazione del governo legittimo. Panamá così, come già Cuba, divenne una Repubblica indipendente sotto la tutela degli Stati Uniti. Che ottennero l’affitto perpetuo della Zona del Canale e l’autorizzazione a iniziare i lavori.

Inizio lavori del canale di Panama

I lavori iniziarono nel 1907, intrapresi dal genio militare statunitense, e si conclusero il 3 agosto 1914, seguendo i progetti del colonnello Gothal. L’inaugurazione ufficiale fu però rinviata al 1920, a causa dell’insorgere della prima guerra mondiale[senza fonte].

Canale di Panama La sua condizione giuridica era regolata da tre accordi:

il trattato Hay-Pauncefote (1901)
il trattato Hay-Bunau Varilla (1903)
i trattati Torrijos-Carter (1977)
Il primo di questi (trattato di Neutralità) prevede che gli Stati Uniti abbiano il diritto permanente di difendere il canale da ogni minaccia, che possa interferire con la sua accessibilità continuata e neutrale alle navi in transito di tutte le nazioni, mentre il secondo ha indicato l’anno 1999 come termine dell’affitto del canale.

Nel corso della ultracentenaria storia della particolarissima via d’acqua quale è del Canale di Panama, la “Autoridad del Canale di Panamà” ha nominato alcuni “piloti onorari”, tra gli ultimi, il Commodore Ronald Warwick già comandante della grandissima RMS “Queen Mary 2” della rinomatissima compagnia di navigazione inglese “CUNARD” ed il Comandante Superiore CSLC Raffaele Minotauro già comandante di grandi navi transoceaniche di linea della storica “Italia” di Navigazione SpA, meglio conosciuta nel mondo dello shipping sotto il nome di “Italian Line”.

I commenti sono chiusi.